3470 visitatori in 24 ore
 202 visitatori online adesso





destionegiorno
Stampa il tuo libro



Duilio Martino

Duilio Martino

Nato a Fraine (Ch) il 27.12.1957. Scrivo per puro diletto; i particolari sulla mia Vita li ometto... tanto interessano a nessuno.
La poesia per me è il perfetto connubio tra pensiero, emozione e musicalità. La Poesia è nell'aria, nelle cose che ci circondano, il Poeta la coglie ... (continua)


La sua poesia preferita:
Ritorno a Fraìne
Ed è col nodo in gola
che mi ritrovo,
quando il furore dell'inverno
non ha più foglie da strappare al frassino,
da solo
dentro al borgo
tra spire della notte a ritritare sassi.

La regia torre
caparbiamente insiste a rammentarmi...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Ustica, l’ultimo volo
Lampi oscuri e poi tenebre:
i brividi a vent’anni quando eventi
efferati sfrattarono gli effluvi
da immacolate menti.

Gli sguardi raggelati, di fulgente
sulla pelle il sudore
e lo stupore nei pigli approdati
allo sfascio ferente.

A denti...  leggi...

L’anima nel borgo
Ti cercherò, anima mia,
in lembi rugginosi di cielo a novembre
quando da piane saliranno canti
delle fragili foglie, degli augelli migranti
e del mite Ponente,
che ultimato l’assalto a fronde,
si farà brezza
per posare i profumi tra crespe
di...  leggi...

Utopìa - 17 marzo 1891
Miraggio d’una ignota ambita sponda
fu spento dal modesto navigare
un urlo soffocato in spuma d’onda
le miserande spoglie sparse in mare.

Trafitto in rada a picco il ferro leso
del ventre d’Utopia colma e ingorda
resta al vespro un pensiero sempre...  leggi...

Amarcord infinito
Ricordi?... Aironi noi
a disegnare i sogni, con gli Dei,
in cieli verdi sopra ai cari tetti...
e ancor più in alto, come aquile poi,
in un volo avventato oltre le nuvole
violando calve vette.

A te, mio caro amico,
che hai saputo spronarmi e...  leggi...

Occhieggiavano le stelle
Solo afflati flagranti armonizzavano
il mattino, alle morbide
occhiate si arricciava
la pelle e dalla volta vellutata
sbirciavano occhieggiando mille stelle
per, tremule, sfumare in luce aurata
che irraggiava il giardino.

Oggi non v'è...  leggi...

La terra ora tace - Sonetto
Fumigavano gli agri, allegri canti
sortivano dagli orti, storni e tordi
affollavano frassini e festanti
pargoli s’ingegnavano in bagordi.

Fumigavano menti dei migranti
sognando antichi borghi, giammai sordi
agli echi di puerizie giubilanti
- ben...  leggi...

Il profumo della pioggia
Non ricordo l’odore della pioggia
non ho memoria del canto del vento
pigro soggiaccio ed avvinghiato all’oggi
nella comoda alcova al volo stento.

Manco mi smuove rilambire mete
e issato a riva il gran pavese - a festa -
più d’altro turba l’umida...  leggi...

E poi tu
Vorrò librarmi con queste ali stanche
inerpicarmi sulle irsute chine,
varcare passi e sulle cime bianche
suggere manna sopra ai sassi - a sera -
quando già l'ombre insidieranno il giorno
e colerà neve sul buon cammino.

E poi...  leggi...

Sogno sul mare del Vasto
E’ tardi! Incombe già la fresca sera
la luce del crepuscolo solerte
con gli ocra i bei vermigli e gli ori adagia
in acque rivierasche ora deserte.

Su seta gli ornamenti del tramonto
la brezza lo accarezza il gentil velo
bisbiglia anche il trabocco...  leggi...

Madre
Ti sento
- oh Madre -
ora che osservo il mare
e del mare l'onda che s'infrange e...  leggi...

Duilio Martino

Duilio Martino
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Ritorno a Fraìne (06/01/2014)

La prima poesia pubblicata:
 
Fumose tracce (29/11/2010)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Sterile lotta (17/02/2020)

Duilio Martino vi consiglia:
 L’eco del vespro ...al mio paese (26/01/2012)
 Cercami (24/06/2012)
 Gagliardo Abruzzo menzognero (04/02/2012)
 Lacrima il cielo sui borghi d’Abruzzo! (10/05/2012)
 Femminicidio! (25/11/2012)

La poesia più letta:
 
Il mio grazie (saluto di commiato per il pensionamento) (03/07/2011, 11398 letture)

Duilio Martino ha 10 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Duilio Martino!

Leggi i 3697 commenti di Duilio Martino

Le raccolte di poesie di Duilio Martino

Duilio Martino su Facebook


Autore del giorno
 il giorno 17/10/2019
 il giorno 17/10/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019

Autore della settimana
 settimana dal 02/03/2015 al 08/03/2015.
 settimana dal 20/01/2014 al 26/01/2014.
 settimana dal 23/07/2012 al 29/07/2012.
 settimana dal 20/02/2012 al 26/02/2012.

Duilio Martino
ti consiglia questi autori:
 Annamaria Barone

Seguici su:



Cerca la poesia:



Duilio Martino in rete:
Invia un messaggio privato a Duilio Martino.


Duilio Martino pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Odissea

L'Odissea è uno dei due grandi poemi epici greci attribuiti all'opera del poeta Omero. L'Odissea, diviso in 24 libri, è (leggi...)
€ 0,99


Questa poesia è pubblicata anche nel sito RimeScelte

Considerazione dell'autore
«Premiata (1° Posto concorso) on- line Poeti E Poesia... Che dire, Sono quei pensieri che ti assalgono nei giorni peggiori, quei giorni che, ci auguriamo, non capitino mai... ma che invece, inevitabilmente, prima o poi viviamo tutti.»
Inserita il 12/02/2020  

Duilio Martino

Giorni Bui

Introspezione
Sgretolati vecchi argini mentali
erosa la granitica certezza
dal fiume tumultuoso
delle notti che inghiottono gli istanti
riaffiorano in condotti viscerali
tra i rimasugli d’abiti dismessi
sbiaditi fotogrammi.

Il giorno non è più spazio vitale
mi illudo di volare
in gabbie che impediscono l’ascesa
è un cappio che mantiene sempre al palo
la trappola mortale
d’Aracne che infiocchetta ogni mio sforzo.

Di nero tingo i bordi del mio cielo
per scorgere uno sputo di lucore
come pidocchi scuri uccido l’ore
e in lotta per non cedere a frangenti
come profugo annaspo verso ieri
nell’alba nuova spero
che plachi la buriana di dolore.



Club Scrivere Duilio Martino 11/11/2011 08:32| 21| 4282


Hanno inserito questa poesia nei propri segnalibri: - Giacomo Scimonelli - Sara Acireale - carla composto - Francesco Rossi
Possiamo elencare solo quelli che hanno reso pubblici i propri segnalibri.
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
Se vuoi pubblicare questa poesia in un sito, in un blog, in un libro o la vuoi comunque utilizzare per qualunque motivo, compila la richiesta di autorizzazione all'uso.


 

I commenti dei lettori alla poesia:
Non ci sono messaggi nella bacheca pubblica dei lettori.
Scrivi il tuo commento su questa poesia
Sei un lettore? Hai un commento, una sensazione, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori? Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«... riletta, trasmettono un sentito stato d'animo questi pregiati versi, duri ma intensi, in sintonia con stati instabili che ci si ritrova a vivere;
e ci si sofferma sul voluto passaggio dell'autore da un maschile al femminile, apprezzata l'immagine che si delinea e il forte messaggio di lotta per la sopravvivenza, bella lirica»
Sadness (11/11/2011) Modifica questo commento

«Si, riletta, avevo apprezzato la prima stesura ma con l'Autore, in quanto questa nuova versione rende ancora più efficacemente il senso di profondo malessere e il faticoso e tenace sforzo di risalire le anse del buio interiore.»
Stefania Stravato (11/11/2011) Modifica questo commento

«sentimenti forti, spazi troppo stretti, bisogno di evadere, buio solo buio tornare a ieri poter evadere... rabbia tistezza insoddisfazione...
intensa lirica ...scritta bene complimenti»
Club Scriverecarla composto (11/11/2011) Modifica questo commento

«La poesia si apre con una serie di immagini dure ("granitiche"!) che vengono divorate dal lettore velocemente in attesa del soggetto che è messo solo dopo 7 versi, in modo da mantenere l'attenzione viva con una sorta di ansia crescente. Anche il prosieguo sembra ripercorrere la stessa ansia, che si risolve in quel "cappio" che stringe e verso la fine in quell'annaspare "profugo", con la speranza che si plachi il dolore. Apprezzata soprattutto per come è stata stilata.»
Michele Tropiano (11/11/2011) Modifica questo commento

«Inquietudine esasperante che a volte s'impossessa di noi, trascinandoci in una dimensione difficile da superare, nell'attesa che nuovi spiragli allarghino un orizzonte
limitato...
Versi apprezzati»
Club ScrivereSilvia De Angelis (11/11/2011) Modifica questo commento

«Questa lirita del Martino ruggisce e graffia l'anima del lettore, grazie a metafore che precipitano diritte al cervello trasmettendo nell'immediatezza il sentire dell'attore.
Seguo da tempo questo autore che con passione e pervicacia ricerca "l'onda perfetta" verso una lirica più ricca e incisiva.
Questo fare, lo ha portato per un certo periodo a favorire la miglior tecnica sacrificando passionalità e spontaneità che a mio modesto avviso sono fondamento del poetare. Ora il leggere questa poe suggerisce l'inizio di una successiva svolta, che a breve farà del Martino eccelso poeta, libero da eccessi stilistici e più vicino all'emozionalità esternata e trasmessa.»
Club ScrivereMoreno Tonioni (11/11/2011) Modifica questo commento

«io avevo gradito anche la prima stesura... si in effetti più rigida... ma volgare non direi...
comunque rivista ora è decisamente migliore...
questo testo graffia, incide con uno scalpello d'inchiostro...
rimango ammirato dall'elaborato, e vista la mia propensione ai messaggi forti e cruenti non posso che farti i miei complimenti vivissimi e sinceri!
grande!»
EnzoL (11/11/2011) Modifica questo commento

«Una poesia che mette dentro quel qualcosa che ti rode ...e che emerge in tutta la sua forza in questa bellissima poesia!»
Clara Gismondi (11/11/2011) Modifica questo commento

«una ricerca, di una ragione per alzarsi al mattino, per camminare fare amare sorridere, una ricerca di coraggio per non farsi avvolgere dalle spire della depressione, della mancanza di speranza di obiettivi, di sfide... è una poesia introspettiva profonda, dolorosa ed infinitamente bella, perché quel buio lo conosciamo tutti, perché tutti noi lo rifuggiamo ma spesso ci ha ghermito e ci ha sbattuto ina caverna fredda buia dove dormire e lasciarsi andare sembrava l'unica soluzione. prova d'autore piena di empito e di emozione. un plauso all'autore che ha mescolato forma e contenuto magistralmente»
Club ScrivereAnnamaria Barone (12/11/2011) Modifica questo commento

«Inquietudine e rabbia descritta con magistrale capacità... Complimenti piaciuta...»
Club ScrivereIdalgo Visconti (12/11/2011) Modifica questo commento

«Letta e riletta, questa splendida poesia che graffia l'anima. Ben scritta, complimenti all'autore»
elisabetta tegas (12/12/2011) Modifica questo commento

«intensa... penetrante, avvolge completamente e si avverte il bisogno di andare oltre... di non fermarsi e ricercare dentro di se nuovi stimoli... nuove idee... nuove speranze...
Il buio ti imprigiona nella sua falsa paura... dove i pensieri viaggiano... corrodono l'anima... e il dolore esplode quasi come se trovasse la sua pace... Nel buio si trova anche rifugio per se stessi ...scappando dalla realtà...dalla vita... dalla verità...si depositano le proprie armi nel sonno e nei sogni...»
Club ScrivereRita Cottone (27/12/2011) Modifica questo commento

«urlo poetico intenso... condivido gli interventi degli amici e delle amiche che mi hanno preceduto... versi non facili da scrivere... l'Autore è riuscito non solo a verseggiare elegantemente ma è riuscito a trasmettere perfettamente le proprie sensazioni... complimenti»
Club ScrivereGiacomo Scimonelli (26/02/2012) Modifica questo commento

«Meravigliosa, Duilio, meravigliosa. Quando si inizia la lettura i versi cominciano a fasciare, a immobilizzare, a rapire. Fluidità di immagini e parole portano sino al termine in un crescendo di sensazioni. Toccante e piaciutissima. Fiocco.»
filiberto (26/02/2012) Modifica questo commento

«Avvince questa lirica, proprio come l'aracne che infiocchetta gli sforzi che si fanno per proseguire in un cammino di luce... Immensa, uno stile particolare premia il lettore che si sofferma, rapito dal contenuto.»
Club Scrivererosanna gazzaniga (26/02/2012) Modifica questo commento

«Trovo questa poesia incisiva e coinvolgente. Le immagini usate hanno grande forza espressiva e danno perfettamente il senso dell'estenuante lotta interiore che si combatte per allontanarsi dal buio cercando di non "annaspare nell'ieri" aprendosi alla speranza di una nuova alba.
Condivido il parere del Tonioni che evidenzia come l'autore stia evolvendo verso un maggiore equilibrio tra tecnica e sentimento avviandosi sempre più verso la Poesia e mi complimento per l'ottima stesura di quest'opera.»
Club ScrivereCinzia Gargiulo (26/02/2012) Modifica questo commento

«Una lirica che mi ha molto colpita per l'intensità con cui l'autore mette in risalto i malessere che l'accompagna sia durante la notte che durante il giorno, dove non sente il senso di libertà, serenità e pace che un essere umano dovrebbe sentire normalmente. Versi ben stilati e scorrevoli, opera apprezzata.»
Grazia Denaro (29/02/2012) Modifica questo commento

«Ho letto con profonda commozione questa splendida poesia che mi ha trasmesso dei brividi per l'intensità, per l'incisività dei versi... Il messaggio è chiaro: lottare per soppravivere in questo mondo dominato da furbi e da lupi famelici... Poesia di alto contenuto e forma molto pregiata. Primo premio ben meritato... Conservo»
Club ScrivereSara Acireale (21/03/2012) Modifica questo commento

«Una poesia impregnata da un forte pathos che travolge, per il suo sentire in profondità, un destino al quale pare impossibile sottrarsi. A volte, aspettare che passi il doloroso momento e quei GIORNI BUI, sembra sia l'unica soluzione. Un'opera che mi ha emozionato per davvero, malgrado la tristezza del contenuto.»
Arcangelo Galante (18/05/2012) Modifica questo commento

«Le tenebre sono l'oblio del dolore, rivediamo nella loro dimora i giorni di gioia, ci lasciano immergere in una dolce trappola illusoria, per poi renderla mortale all'alba, quando per noi la luce significa soltanto un nuovo giorno di sofferenza.
E ci rifugiamo nei giorni di irei, ricominciando il calvario.
Malinconica, ma dannatamente bella.»
Artemisia (28/05/2012) Modifica questo commento

«Nel buio mentale, caro Duilio, per fortuna c'è la luce dell'anima! I giorni bui sono come le ecografie ed io (non mi piace farle!) mi avvalgo di una dolce Musa che mi ispira pure. L'ecografia dell'anima è una delle mie tante dediche!»
Club ScrivereFrancesco Andrea Maiello (07/06/2012) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:

smiley complimenti (Francesco Rossi)


Scrivi le tue sensazioni su questa poesia
Hai una sensazione, un messaggio, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori?
Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Pubblicate i vostri lavori in un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici?
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2020 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it