3083 visitatori in 24 ore
 136 visitatori online adesso





destionegiorno
Stampa il tuo libro



Duilio Martino

Duilio Martino

Nato a Fraine (Ch) il 27.12.1957. Scrivo per puro diletto; i particolari sulla mia Vita li ometto... tanto interessano a nessuno.
La poesia per me è il perfetto connubio tra pensiero, emozione e musicalità. La Poesia è nell'aria, nelle cose che ci circondano, il Poeta la coglie ... (continua)


La sua poesia preferita:
Ritorno a Fraìne
Ed è col nodo in gola
che mi ritrovo,
quando il furore dell'inverno
non ha più foglie da strappare al frassino,
da solo
dentro al borgo
tra spire della notte a ritritare sassi.

La regia torre
caparbiamente insiste a rammentarmi...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Ustica, l’ultimo volo
Lampi oscuri e poi tenebre:
i brividi a vent’anni quando eventi
efferati sfrattarono gli effluvi
da immacolate menti.

Gli sguardi raggelati, di fulgente
sulla pelle il sudore
e lo stupore nei pigli approdati
allo sfascio ferente.

A denti...  leggi...

L’anima nel borgo
Ti cercherò, anima mia,
in lembi rugginosi di cielo a novembre
quando da piane saliranno canti
delle fragili foglie, degli augelli migranti
e del mite Ponente,
che ultimato l’assalto a fronde,
si farà brezza
per posare i profumi tra crespe
di...  leggi...

Utopìa - 17 marzo 1891
Miraggio d’una ignota ambita sponda
fu spento dal modesto navigare
un urlo soffocato in spuma d’onda
le miserande spoglie sparse in mare.

Trafitto in rada a picco il ferro leso
del ventre d’Utopia colma e ingorda
resta al vespro un pensiero sempre...  leggi...

Amarcord infinito
Ricordi?... Aironi noi
a disegnare i sogni, con gli Dei,
in cieli verdi sopra ai cari tetti...
e ancor più in alto, come aquile poi,
in un volo avventato oltre le nuvole
violando calve vette.

A te, mio caro amico,
che hai saputo spronarmi e...  leggi...

Occhieggiavano le stelle
Solo afflati flagranti armonizzavano
il mattino, alle morbide
occhiate si arricciava
la pelle e dalla volta vellutata
sbirciavano occhieggiando mille stelle
per, tremule, sfumare in luce aurata
che irraggiava il giardino.

Oggi non v'è...  leggi...

La terra ora tace - Sonetto
Fumigavano gli agri, allegri canti
sortivano dagli orti, storni e tordi
affollavano frassini e festanti
pargoli s’ingegnavano in bagordi.

Fumigavano menti dei migranti
sognando antichi borghi, giammai sordi
agli echi di puerizie giubilanti
- ben...  leggi...

Il profumo della pioggia
Non ricordo l’odore della pioggia
non ho memoria del canto del vento
pigro soggiaccio ed avvinghiato all’oggi
nella comoda alcova al volo stento.

Manco mi smuove rilambire mete
e issato a riva il gran pavese - a festa -
più d’altro turba l’umida...  leggi...

E poi tu
Vorrò librarmi con queste ali stanche
inerpicarmi sulle irsute chine,
varcare passi e sulle cime bianche
suggere manna sopra ai sassi - a sera -
quando già l'ombre insidieranno il giorno
e colerà neve sul buon cammino.

E poi...  leggi...

Sogno sul mare del Vasto
E’ tardi! Incombe già la fresca sera
la luce del crepuscolo solerte
con gli ocra i bei vermigli e gli ori adagia
in acque rivierasche ora deserte.

Su seta gli ornamenti del tramonto
la brezza lo accarezza il gentil velo
bisbiglia anche il trabocco...  leggi...

Madre
Ti sento
- oh Madre -
ora che osservo il mare
e del mare l'onda che s'infrange e...  leggi...

Duilio Martino

Duilio Martino
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Ritorno a Fraìne (06/01/2014)

La prima poesia pubblicata:
 
Fumose tracce (29/11/2010)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Vivere (19/11/2019)

Duilio Martino vi consiglia:
 L’eco del vespro ...al mio paese (26/01/2012)
 Cercami (24/06/2012)
 Gagliardo Abruzzo menzognero (04/02/2012)
 Lacrima il cielo sui borghi d’Abruzzo! (10/05/2012)
 Femminicidio! (25/11/2012)

La poesia più letta:
 
Il mio grazie (saluto di commiato per il pensionamento) (03/07/2011, 11245 letture)

Duilio Martino ha 10 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Duilio Martino!

Leggi i 3658 commenti di Duilio Martino

Le raccolte di poesie di Duilio Martino

Duilio Martino su Facebook


Autore del giorno
 il giorno 17/10/2019
 il giorno 17/10/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019

Autore della settimana
 settimana dal 02/03/2015 al 08/03/2015.
 settimana dal 20/01/2014 al 26/01/2014.
 settimana dal 23/07/2012 al 29/07/2012.
 settimana dal 20/02/2012 al 26/02/2012.

Duilio Martino
ti consiglia questi autori:
 Antonio Biancolillo
Angela Fragiacomo
Annamaria Barone
EnzoL
 santo aiello

Seguici su:



Cerca la poesia:



Duilio Martino in rete:
Invia un messaggio privato a Duilio Martino.


Duilio Martino pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Cuore infermo

"Cuore infermo" è la storia d’amore, o meglio del breve amore, tra Marcello Sangiorgio e Beatrice Revertera: (leggi...)
€ 0,99


Considerazione dell'autore
«In questi giorni difficili voglio riportare questa mia dedicata a Taranto ed ai Lavoratori della Acciaieria ex- ILVA che vivono momenti difficili.
E’ triste pensare che bisogna scegliere tra salario e salute.
»
Inserita il 11/11/2019  

Duilio Martino

Taranto (lati)

Ribellione
E’ un alto- forno
la calura è davvero è troppa
ed è proprio quel troppo che ti spezza.

Non è grasso che cola
avvelena la polvere che vola...
miglioriamo le spiagge sul mar grande
l’altro lo abbiamo perso.

In molti sono già disoccupati
parecchi laureati
un figlio si è salvato ed è un cadetto
ma il sandalo al più giovane sta stretto.

Due calici d’acciaio fuso:
delle opportunità - ch’è troppo vuoto -
e delle scorie che straboccano;
bisogna berli entrambi
è triste e non c’è tempo per riflettere.

Roba da matti
dodicimila alla de- Riva
penso che per la pesca siano troppi.
Un eterno ricatto
o rischi il cancro o le Code di Rospo.



Club Scrivere Duilio Martino 25/07/2012 22:31| 16| 2696


Hanno inserito questa poesia nei propri segnalibri: - Sara Acireale - carla composto - Francesco Rossi
Possiamo elencare solo quelli che hanno reso pubblici i propri segnalibri.
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
Se vuoi pubblicare questa poesia in un sito, in un blog, in un libro o la vuoi comunque utilizzare per qualunque motivo, compila la richiesta di autorizzazione all'uso.

Nota dell'autore:
«Taranto Città dei due mari (Mar Grande e Mar Piccolo)... Terra di Pescatori.
L’’ILVA (acciaieria) è nelle cronache nazionali. L’accusa è di aver reso Taranto la Città più inquinata d’Italia (diossina) ma è anche quella che offre oltre 12. 000 posti di lavoro.
Difficile l’Accordo per il piano di risanamento... molti pensano che la chiusura sia imminente!
»


 

I commenti dei lettori alla poesia:
Non ci sono messaggi nella bacheca pubblica dei lettori.
Scrivi il tuo commento su questa poesia
Sei un lettore? Hai un commento, una sensazione, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori? Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«Opera molto significativa per molteplici aspetti: a livello contenutistico il messaggio forte c'invita a riflettere sulle problematiche angoscianti del nostro tempo, l'emergenza sociale data dalla disoccupazione, in particolare quella giovanile. Una ribellione sentita e gridata che condivido pienamente. Lo stile è impeccabile, come sempre.»
Club ScrivereLoreta Salvatore (25/07/2012) Modifica questo commento

«Non basta l'inquinamento... adesso anche lo spettro della disoccupazione, del licenziati in massa. Una ribellione forte che condivido... stiamo andando alla deriva e nel Sud ancora più, il problema è drammatico. Si deve correre urgentemente al riparo... ma come? Non certamente con questi tagli drastici che sta attuando il governo... Secondo me, per favorire lo sviluppo si dovrebbero aiutare le imprese incentivando chi non licenzia e chi ha il coraggio di assumere nuovo personale, poi... si dovrebbe snellire l'apparato burocratico. Soltanto così il paese potrebbe avere una nuova possibilità di sviluppo...»
Club ScrivereSara Acireale (26/07/2012) Modifica questo commento

«La misura lirica di un poeta si deduce dal suo impegno civile e sociale.
Forte ed intensa nei toni, riverbera la crisi di una città molto bella, Taranto, deturpata da interventi edilizi mostruosi ed interventi industriali davvero letali.
Conosco bene questa città, che unisce nell'incontro dei due mari disincanto e speranza. Molto apprezzata, lode all'autore.»
Marina Pacifici (26/07/2012) Modifica questo commento

«l'uomo ... bravo a rovinare tutto, ad inquinare i posti più belli del mondo, a licenziare, a rovinare le persone... sono con il poeta per tutto ciò che ha scritto e solidale con chi è disperato... bella la metafore della chiusa... ingoiare Code di Rospo...»
Club Scriverecarla composto (26/07/2012) Modifica questo commento

«Una rappresentazione della realtà, frutto di un pressapochismo che ha sempre caratterizzato la nostra dirigenza e classe politica, selezionata sempre da gruppi di potere e frutto di nepotismo, dove l'unico interesse era il loro... La cosa ora si amplifica, la globalizzazione ora richiede chiarezza nelle idee e sicure strategie per la sopravvivenza... determinazione... capacità... cose che ormai non possiamo più costruirci... non c'è più tempo ne competenza per impostarle... siamo solamente destinati ad andare alla "de- riva"... Piaciuta e condivisa...»
Club ScrivereIdalgo Visconti (26/07/2012) Modifica questo commento

«Come sto male se penso (e spesso capita) che la nostra bella Italia è Paese di tanti tesori naturali e di tanta cultura e storia da poter vivere davvero di turismo e terra.
Bagnati dal mare a tre lati, mi insegnavano a scuola, ora è da dire inquinata dal mare a tre lati...
La gestione del potere, a braccetto spesso con il malaffare, ha creato una catastrofe senza ritorno.
Adesso come si fa a tornare indietro?.
la Taranto di oggi corrisponde alla bagnoli di ieri con l'italsider Un territorio massacrato in nome di posti di lavoro che poi si son rivelati nulli dopo alcuni anni.
Chissà forse se si fosse investito in turismo e ricchezze del patrimonio ambientale altro che 12000 posti di lavoro.
Il tuo dolore è il mio.
Bravo poeta»
Bruno Leopardi (26/07/2012) Modifica questo commento

«Ho avuto la gioia di visitarla molti anni fa, e il ricordo è di un mare splendido. Lo scempio che l'uomo incosciente opera sulla NATURA, mi rende assai incazzosa.»
Jade (26/07/2012) Modifica questo commento

«mi piace questo modo di mettere in versi ironici, e amari, la realtà della disoccupazione, del lavoro precario, dei giovani dal futuro incerto... un modo che arriva, e trasmette, senza bisogno delle urla! piaciuta»
Angela Fragiacomo (26/07/2012) Modifica questo commento

«Ricordo l'impatto che ebbi nel visitarla...
e ritrovo i miei pensieri, in questi versi
trovo la lirica molto giusta e ben stilata...
Condivido e applaudo»
Club ScriverePatrizia Ensoli (26/07/2012) Modifica questo commento

«il dilemma che propone il bravo autore
è un dilemma che è spesso ripercorribile in diverse realtà
distruggere - per occupare
edificare - per netraulizzare
.
purtroppo siamo in troppi
ed è questa la nuda e cruda realtà,
la coperta troppo corta da una parte lascia scoperti i piedi
io credo che prima o poi bisognerà fare una scelta, e anche radicale come scelta
grande testo
grande tematica»
EnzoL (26/07/2012) Modifica questo commento

«Una lirica che tratta un fatto odierno assumendo le vesti di un problema che,
di sicuro, assilla tanti lavoratori. Il mare dovrebbe avere onde più grandi per contenere un tale dispiacere. Da riflettere e meditare su prospettive per un futuro migliore.»
Antonella Avolio (26/07/2012) Modifica questo commento

«Purtroppo dopo che si son prese tutte le MISURE( in senso ironico) per inquinare una città che offre tantissimo, turismo ed arte, risanarla diventa alquanto difficile. Vivo in una cittadina nella provincia di Caserta che statisticamente è la più inquinata per rifiuti tossici subito dopo la città di Taranto. Poesia di contenuto importante che pone il lettore nella situazione di riflessione... Complimenti, alla ribellione dell'autore»
Club ScrivereShelly Nicole Del Santo (26/07/2012) Modifica questo commento

«Non posso più leggerTi caro poeta mi infervoro e rimango seduto a picchiettare su questi tasti del ca... ntiere metallurgico più importante d'Italia e d'Europa noi siamo nati, noi operai siamo nati con la classe marxista -leninista operai di tutto il mondo unitevi e siamo vecchi e inquinati, inquiniamo tutto Perché è un pezzo che inquiniamo per fare le scrivanie d'acciaio ai megadirettorigalattici che rubacchiano soldi allo stato e poi comprano acciaio inossidabile finlandese lassù ancora è blu il mare allora l'inghippo dove sta? Nella corsa di tutti, e dico tutti perche nessuno rinuncia al ventilatore d'acciaio, verso Babilonia ed il suo progresso inquinante .»
Club ScriverePULSE Morganti Paolo (26/07/2012) Modifica questo commento

«difficile purtroppo arginare e rimediare i danni che riconoscono nel boom economico le loro origini, giustificando in nome di un benessere che poi si dimostrò essere solo di pochi -accentratori di potere- danni gravissimi a una natura che ci è stata affidata per proteggerla non per sfruttarla.
Ogni sfruttamento produce alla lunga una ribellione e quella della natura
è veramente nefasta, tutta dipendente dalle responsabilità degli uomini e del loro modo inopinato e incosciente di adoperare libertà e opportunità, a loro stolto vantaggio»
francesca maria soriani (26/07/2012) Modifica questo commento

«qui interessanti versi oltre che un messaggio di civiltà...prendere coscienza sempre...! per salvare l'Italia ogni cittadino dovrebbe farlo... grazie mille è molto bella»
Club Scrivereemmalisa lucchini (27/07/2012) Modifica questo commento

«E' una riflessione che condivido, come condivido le parole di Bruno qui sotto... una lezione di civiltà e sensibilità.
Ma in più trovo splendido quel giocare con le parole, che rende la lirica ancora più interessante. Un vero piacere leggerti (in ritardo, infatti l'Ilva è stata chiusa...)»
Fiammetta Campione (27/07/2012) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:

smiley Mi inchino. . (Francesco Rossi)


Scrivi le tue sensazioni su questa poesia
Hai una sensazione, un messaggio, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori?
Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Pubblicate i vostri lavori in un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici?
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2019 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it